mercoledì 7 marzo 2012

Con la ciambella chiedo perdono!!



Ciao a tutti amici!

Ogni giorno apro la pagina del mio blog...ogni giorno da un po' di tempo a questa parte cerco di aggiornarlo...ma ogni volta che ci provo mi chiama un nanetto che più di un anno fa mi ha voluto regalare il secondo giorno più bello della mia vita.....

ora questo nanetto cammina e gironzola per tutta la casa...avevo dimenticato quanto fosse bella quest'età e quanto fosse impegnativa...perciò non avendo potuto aggiornare il mio blog fino ad ora mi faccio perdonare (almeno spero!) con queste ciambelline fritte a cui non si può dir di no!

Come ho fatto a strapparmi questo momento?
Ah Beh! non lo so neanch'io! come tutte voi credo!


Ingredienti:

mezzo chilo di farina
mezzo chilo di patate
2 uova intere
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di burro morbido
3 quarti di lievito di birra
1 limone grattuggiato
1 cucchiaio di latte

lessare le patate e passarle; fare la fontana di farina e patate, mettere dentro le uova, zucchero, un pizzico di sale, limone, lievito, latte, burro.

Impasto: fare le ciambelle molto larghe, lievitarle per circa un'ora.

Friggere le ciambelle nel tegame con mezzo litro di olio. Aggiungere lo zucchero quando sono tiepide.

Allora mi perdonate?????



venerdì 8 luglio 2011

TORTA ALLEGRA!!


Continua la vostra collaborazione culinaria dalle vostre case con Francesca e la sua torta spettacolare, che ha fatto per i suoi bambini....


Ho trovato molto interessante il procedimento per fare il pan di spagna, suggeritole dalla nonna.....sante nonne che ci regalano un po' di storia e di dritte in cucina!!!!

Ecco subito la ricetta e quello che mi ha scritto!


cara annarita si tratta di una torta mimosa il cui pan di spagna è fatto con un procedimento di mia nonna:

pan di spagna:

1 busta lievito pan degli angeli

6 uova

12 cucchiai di farina

12 cucchiai di zucchero

sbattere in una ciotola 6 cucchiai di zucchero con 6 tuorli
in un'altra ciotola sbattere 6 chiare uovo con 6 cucchiai zucchero
unire e lavorare un pò.
poi aggiungere al composto prima 6 cucchiai di farina e lavorare e poi gli altri 6 e continuare a lavorare
verso la fine della lavorazione aggiungere il lievito e lavorare giusto un pò.
mettere in uno stampo tondo, in forno caldo 180°

quando il pan di spagna si è raffreddato, togliere la parte di sopra e inzuppare la parte di sotto, la base del pan di spagna, con un pò di latte e succo di ananas. stendere la crema pasticcera e mettere le pesche sciroppate e ananas sciroppata a pezzetti.
in ultimo ricoprire di panna montata.

le decorazioni sono caramelle giuggiole e bastoncini di cioccolato tranne i palloncini che sono di plastica.
bacione e buon appetito!

Bravissima mamma Francesca ti ringrazio e ti abbraccio!

Con questa torta credo proprio di salutarvi e augurarvi buonissime vacanze...sto per partire per la montagna e poi torno nel mio paesello senza internet chiavette ma con tanto tanto mare!!!!

ci vediamo a settembreeeeee!

mercoledì 8 giugno 2011

Uova ripiene



Scusatemi per l'assenza così prolungata ma il mio bimbo mi dà un gran da fare e, pur essendo buono e pacifico, tutte le mie energie sono dedicate a lui e alla sorella grande....

A volte è davvero difficile gestire il tutto!!!!! e il secondo ha ancora 6 mesi! non oso immaginare quando comincerà a camminare!!!! Per questo motivo accetto volentieri i vostri consigli su questo gran da fare che avrò questa estate dalla mattina alla sera!!

Intanto mi distraggo con le mie fresche e appetitose uova ripiene, che si possono fare in pochissimi minuti e per le feste estive che ci aspettano con i nostri bambini...

Io le preferisco ripiene di:
- tonno
-maionese, possibilmente fatta in casa
- un pizzico di origano
- olio
- sale

Procedimento veloce:

Lessate 5 o 6 uova e tagliatele a metà in senso orizzontale. Prendete il rosso e in una ciotola mescolatelo con una scatola di tonno e due/tre cucchiai di maionese fatta in casa, un pizzico di sale, due cucchiai d'olio e un pizzico di origano.
Riempite le uova con il ripieno fatto, lasciate raffreddare in frigo per un quarto d'ora e servitele su un letto di fresca insalata..

A me piacciono un sacco!

Con questa ricetta veloce partecipo al contest de La classe della maestra Valentina

ciaooooooooooo


mercoledì 20 aprile 2011

SI PARTE! BUONA PASQUA A TUTTI!


Fatto!
Valigie quasi pronte, casa pulita, ultime spese per i regali e... bambini oscultati vaccinati e liberi! Non ci posso credere....due settimane di vacanza nel mio paesello (ultime settimane di maternità..poi si torna a lavorare!)!

I programmi sono tanti e non so se riuscirò a realizzarli tutti ma andrà bene uguale! mi basta stare con la mia famiglia e i miei nipotini!

Auguro allora una buona Pasqua a tutti voi! Un abbraccio forte!






giovedì 14 aprile 2011

Giù le mani dal nostro uovo!



Il tempo passa velocemente....iniziano finalmente le giornate primaverili, anche se ancora un po' capricciose, ma noi ci accontentiamo lo stesso, aspettando che ci abbracci il tiepido sole di primavera che io adoro...

Ed è per questo che partecipo al contest di Zampette in Pasta con una ricetta che per i sapori freschi e profumati mi sembra si avvicini a questa bellissima stagione. Ho mangiato questo piatto a casa di amici l'anno scorso in un giorno di primavera appunto!
Non ho dimenticato più nè il piatto, perchè era squisito, nè quella bellissima giornata in compagnia di amici... ma quello che ricordo con tanta emozione fu il ritorno a casa...Mentre ci avvicinavamo al portone trovammo un nido caduto dall'albero...era la prima volta che mia figlia ne vedeva uno così da vicino..decidemmo di appoggiarlo sul rametto più basso con l'aiuto del papà ovviamente in attesa che arrivassero gli uccellini...

Ecco perchè ho deciso di unire i ricordi di quella splendida giornata e magari dare al piatto un "sapore pasquale", perciò un paio di uova e dei pulcini simpatici che ho trovato l'altro giorno in un negozietto insieme a mia figlia potrebbero andare, che dite? troooppo simpatici!

Sono ancora lì sapete, intorno al nido a fare la guardia all'uovo!!! Ops! almeno credo!

Ingredienti per 3 nidi:

- 300 gr di spaghetti
- una zucchina
- una carota
- 1 etto di prosciutto crudo
- 1 pizzico di sale
- una padella!

Fate abbrustolire il prosciutto crudo in una padella fino a renderlo croccante (ricordatevi però di accendere cappa e aprire finestre, perchè il prosciutto fa mooolto fumo..però ne vale la pena!).
Disponete il prosciutto in un piatto e nella stessa padella saltate la zucchina e la carota tagliate a fiammiferi.. a fine cottura aggiungete un pizzico di sale.

Fate saltare per qualche secondo gli spaghetti cotti insieme alla zucchina e alla carota, servite su un piatto e spolverate il prosciutto crudo....


Buonissimi! il salato del prosciutto e la dolcezza delle verdure rendono questo piatto davvero saporito e molto molto croccante!

E i pulcini? mi devono ancora restituire il piatto!!!!

Buona Primavera a tutti!






venerdì 8 aprile 2011

Spezzatino di tacchino per i bambini




A dire il vero questa ricetta l'ho un po' copiata dalla scuola di mia figlia, dove c'è una cuoca che tutti i bambini adorano, e che cucina piatti davvero nuovi e appetitosi....
Ogni tanto allora mi faccio dare qualche ricettina oppure chiedo informazioni qua e là sui tempi di cottura ecc...ovviamente una "COPIA" non potrà mai venire bene come l'originale e così comunque mi devo sentir dire da mia figlia: "La cuoca Anna lo fa diverso!" e poi tra i denti: "e pure più buono"...
E vabbè pazienza! Noi mamme accettiamo anche umiliazioni purchè i nostri figli mangino e siano felici, non credete? ih ih ih.

Questo spezzatino di tacchino è in bianco con le patate ed è molto leggero e morbido.

Si fanno arrosolare i pezzetti di carne in un pentolino con un po' d'olio, rosmarino a piacere e patate crude tagliate a pezzi. Durante la cottura aggiungete un po' d'acqua, in modo da alleggerire la carne e un pizzico di sale...
In tutto una ventina di minuti a fuoco moderato...


Non sarà sicuramente come quello della cuoca Anna...ma insomma mi difendo anch'io dai!

Buona giornata a tutte!

giovedì 31 marzo 2011

PESCE D'APRILE!!!


Questi sono i nostri pesci d'Aprile!!!

La faccenda è andata così: oggi ho detto alla pupazza: "domani faremo un MARE di pesci d'Aprile e ci divertiremo un sacco!".

La risposta ovviamente è stata: "SIIIIIIIIIII!"

Così mentre spiegavo che cos'è un pesce d'aprile..all'improvviso non l'ho vista più...dopo 2 minuti è tornata con

Cartoncini colorati
pennarelli
forbici
colla

"Beh?" dico io "Che dobbiamo fare con questi?"
"Mamma tu hai detto che dobbiamo fare un MARE di pesci d'aprile....allora facciamolo!"


Mi ha preso alla lettera!!! Io in quel momento dovevo: cucinare, lavare, pulire e chissà cos'altro...ma ormai era troppo tardi, non potevo dirle di no!!!

Allora mi rimbocco le maniche, penso un po' a cosa fare eh.....ecco il risultato!


Un piccolo teatrino di pesci...da tavolo.....un MARE DI PESCI D'APRILE che domani faremo vedere a chi oserà varcare la nostra porta di casa!!!

Come realizzarlo:

Tagliate un cartoncino blu, formando delle onde e sovrapponetelo su un altro cartoncino blu. Disegnate e tagliate i pesci che preferite. Incollate dietro un bastoncino sul quale avrete precedentemente incollato un pezzetto di carta che servirà a far aderire meglio il bastoncino sul cartone.
Fate passare i pupazzetti tra il mare e le onde in modo tale da poterli muovere liberamente.....

E ora....... inventiamoci una storia!!!

Insomma buon pesce d' aprile a tutti!!

mercoledì 30 marzo 2011

dolce al cioccolato da casa...


Continua la vostra collaborazione da casa con le ricette accompagnate da foto, suggerimenti e trucchi per arricchire questo mondo culinario pieno di fantasia, originalità e creatività!

Oggi ho il piacere di presentarvi il dolce al cioccolato fatto da Marianna, davvero goloso....soprattutto per i bambini!!
Quello che mi ha incuriosito è la presenza della ricotta che in effetti dà al dolce quel sapore in più che basta per farti fare il bis!

Marianna scrive:

Ingredienti:

300gr di ricotta

200gr di zucchero

3 uova

200gr farina

1 bustina pan degli angeli

2 cucchiai cacao amaro

150 gr cioccolato a scaglie

In forno a 180 gradi per 25/30 minuti in una teglia leggermente imburrata

Si amalgamano gli ingredienti seguendo l'ordine dell'elenco riportato, con l'aiuto di un cucchiaio e ricordandosi di far amalgamare bene lo zucchero con la ricotta.

Velocissimo e buono!

Grazie mille Marianna!
Vienimi presto a trovare e dicci come è!!!



lunedì 28 marzo 2011

un po' di conti..


Oggi propongo ai più piccini un compitino che ha l'obiettivo di insegnare la corrispondenza tra
la quantità e il numero.
alla fine dell'esercizio c'è una piccola valutazione che aiuta il bambino a verificare se ha commesso errori o no.

Scrivi il numero corrispondente alle stelle disegnate:



Scrivi il numero corrispondente alle bolle:



Trova i pipistrelli e scrivi quanti sono:



Quante ombre vedi e a quali animali appartengono?

(disegni di office online)

4 risposte esatte: BRAVISSIMO!
3 risposte esatte: BRAVO!
2 risposte esatte: BENE, ma continua ad esercitarti.
1 risposta esatta: se hai trovato difficoltà aiutati con le manine per contare gli oggetti.

lunedì 21 marzo 2011

Un fiore di polpettone alle melanzane...



Un fiore di polpettone vegetariano per me a pranzo e stasera per il papà e la piccolina...

Vediamo se il fiore piacerà più di quello spaventoso ortaggio nero che si chiama melanzana!!!

So già che mia figlia dirà: " mamma lo sai che quella melanzana nerissima non mi piace!"

Io una risposta pronta per lei ce l'avrei...anzi una bella favola, che racconta come una melanzana un giorno si trasformò in un fiore....

Iana la melanzana


Iana la melanzana passava tutte le sere a guardare la luna e a desiderare di essere bella come lei... "Come sei luminosa luna, così bianca, così splendente, così profumata...perchè anch'io non posso essere come te?".

Una notte però Iana rimase così tanto tempo a guardare la sua luna che si addormentò sul prato....il mattino seguente passò di lì un contadino e, vedendola per terra, disse:

" ma che bella questa melanzana! sembra matura e gustosa, me la porterò a casa e la cucinerò".

In realtà il contadino non aveva idea di come poterla cucinare, così decise di toglierle la buccia nera e dura, di tagliarla tutta a pezzetti e di bollirla...quando vide che era ormai cotta, il contadino pensò che un tuorlo d'uovo un po' di formaggio, un pizzico di sale e un po' di pangrattato avrebbero fatto compagnia a quella melanzana che sembrava ancora tanto triste....

Frullò tutto insieme in modo da creare una bella polpa saporita....che però era senza forma...allora il contadino pensò bene di avvolgerla in una carta da forno per darle la forma di un polpettone....la mise in forno per 15 minuti a 180° e poi la tirò fuori....ma ahimè, neanche quella forma piacque al contadino....

Così deluso si affacciò alla finestra e mentre pensava di abbandonare l'impresa, vide un fiore bellissimo proprio davanti ai suoi occhi, uno di quei fiori che sbocciano una volta all'anno....era verde e rosso con doppi petali e sembrava un fiore tanto tanto felice...

Così guardò il suo polpettone, lo tagliò in tante fette e le adagiò sul piatto in modo da creare quello che aveva appena visto... il contadino lo guardò e sentendo il suo profumo, se ne innamorò....

Iana la melanzana non era mai stata così felice, perchè grazie a quel contadino era diventata bella e profumata, proprio come la sua amata Luna....